+39 06 8901 9109

Traumi infantili, è possibile superarli?

Traumi infantili, è possibile superarli?

Traumi infantili, è possibile superarli?

Traumi infantili. I traumi sono ferite aperte. Per i bambini possono essere eventi catastrofici, da cui si sentono travolti senza avere la capacità di elaborare e gestire emozioni e pensieri. Questi eventi critici possono compromettere uno sviluppo equilibrato ed  oggi una ricerca fa luce su cosa accade a chi subisce un trauma nell’infanzia.

Traumi infantili, i dati della ricerca

Una equipe di ricercatori danesi ha condotto uno studio pubblicato su The Lancet Public Health  nel luglio 2017. La ricerca ha analizzato le cartelle cliniche di soggetti danesi nati tra iln1 ° gennaio 1977 e il 31 dicembre 1997 , inseriti nel  Registro Nazionale dei Pazienti e al Registro Psichiatrico della Ricerca Centrale . Sono stati presi in esame i soggetti che hanno avuto un ricovero ospedaliero per lesioni o avvelenamenti autoinflitti, per violenza interpersonale o per incidenti verificatisi prima del quindicesimo anno di età. La ricerca ha evidenziato una correlazione piuttosto significativa tra disagio psichico e traumi infantili.

 

Traumi infantili e disagio psichico, i risultati della ricerca

Sia per uomini sia per donne, l’ avere avuto un ricovero in adolescenza a causa di autolesioni o violenza interpersonale, incrementa il rischio di autolesioni e comportamenti violenti eterodiretti tra i 15 e i 35 anni.

Per quanto riguarda gli uomini,nella ricerca danese, circa uno su sette con un trauma infantile alle spalle viene coinvolto in crimini violenti entro i 35 anni.  Una donna su cinque incorsa in episodi di comportamenti autolesivi o di violenza interpersonale durante l’adolescenza, accede nuovamente a ricoveri ospedalieri per comportamenti autolesivi tra i 15 e i 35 anni.

traumi infantili, devianza minorile

Più ricoveri in adolescenza, per diversi tipi di trauma, sono correlati con un rischio significativo di comportamenti antisociali e di crimini violenti durante l’adolescenza e nel passaggio all’età adulta.

Una ricerca recente dell’ospedale Meyer di Firenze conferma quantoevidenziato dallo studio danese. Secondo i dati del Meyer fra il 2014 e il 2017 risulta  che una percentuale del 30,7% dei minori arrivati al pronto soccorso per tentativi di suicidio, il 30,5% dei ragazzi ricoverati aggressivi, il 33,3% di coloro con abuso di sostanze e il 45% di quelli con disturbi alimentari, sono stati coinvolti in episodi traumatici da bambini .

 

Superare i traumi infantili

Qualsiasi evento che una persona percepisca come estremamente stressante è un trauma. Il trauma è causato da eventi che minacciano l’integrità fisica , propria o altrui, o l’identità psicologica. Può trattarsi di eventi naturali catastrofici, o di incidenti, od anche lutti o licenziamenti improvvisi che modificano drasticamente la vita.

Può essere complesso superare il trauma, e non sempre accade in maniera spontanea. Lo stesso evento può provocare risposte diverse nelle persone che lo hanno vissuto. L’impatto ed anche la possibilità di elaborare il trauma sono legati a caratteristiche di personalità e al supporto familiare e di relazioni significative. La possibilità di accedere a risorse personali (regolazione emotiva e cognitiva) e di essere sostenuti dall’ambiente costituisce la resilienza, cioè la resistenza ai traumi. In fisica, la resilienza indica la resistenza dei materiali agli urti: un materiale molto fragile è poco resiliente. I soggetti fragili hanno probabilità di subire il trauma senza riuscire ad elaborarlo.

 

Lasciare il passato alle spalle

I bambini, con minori capacità di contestualizzare e di gestire le emozioni rispetto agli adulti, sono fragili. Ma non è detto che non possano superare il trauma.
Tuttavia quando il trauma non viene superato, diventa una cristallizzazione che tiene la persona ancorata al passato. In qualche maniera, secondo lo psichiatra Gustavo Pietropolli Charmet

a volte il trauma può diventare un alibi, fermare le nostre vite e non farci crescere.

Anche scelte educative sbagliate, da parte dei genitori, possono aver rappresentato dei traumi. Una eccessiva durezza, atteggiamenti iperprotettivi o al contrario di trascuratezza, possono segnare il sereno sviluppo di un bambino o di un adolescente. E nonostante non ci siano stati eventi drammatici nell’infanzia, gli effetti possono protrarsi nel tempo. E per superare il trauma, è necessario prima perdonare.  Se non si perdona si rimane bambini per sempre, intrappolati nel passato.

Approfondimenti

 

http://www.thelancet.com/journals/lanpub/article/PIIS2468-2667(17)30094-4/fulltext

http://www.epicentro.iss.it/problemi/stress/epid.asp

http://www.repubblica.it/salute/medicina/2017/11/01/news/traumi_infantili_quando_il_cuore_si_spezza_all_improvviso-179947207/

No comments.