+39 3923320230 3933018706 3396401645

Fobia sociale. La paura dei contesti sociali

Fobia sociale. La paura dei contesti sociali

fobsoc

La fobia sociale è un disturbo d’ansia molto diffuso tra la popolazione, sia maschile che femminile. La principale caratteristica di questo disturbo è la paura irrazionale di agire di fronte agli altri per paura di comportarsi in modo sbagliato e subire dei giudizi negativi. Ne consegue che le persone che soffrono di questo disturbo eviteranno quelle situazioni in cui si debba agire davanti ad altre persone. Gli atti più semplici del viver quotidiano (mangiare, bere, telefonare, firmare un documento) vengono vissuti con ansia e quindi, la maggior parte delle volte, evitati per paura di apparire “ridicoli” a causa del rossore o del balbettio, del tremore o del batticuore.

Fobia Sociale

La fobia sociale, se non adeguatamente curata, può essere la causa di altri tipi di disturbi (es. depressione).
Solitamente si presenta nell’adolescenza o nella prima età adulta e può essere distinta in due tipi:

  1. Fobia sociale semplice
  2. Fobia generalizzata

La prima si ha quando la persona che ne è affetta teme solo alcune situazioni (es. parlare in pubblico), la seconda invece quando le situazioni temute sono tutte quelle “sociali”. Nei casi più gravi e persistenti si parla di Disturbo evitante di personalità.

Chi soffre di Fobia Sociale?

Le persone che soffrono di fobia sociale eviteranno tutte le situazioni considerate “a rischio” e se sono costrette ad affrontarle, le vivranno con moltissimo disagio (palpitazioni, tremori, sudori, tensioni muscolari, nausea, secchezza delle fauci, vampate di calore, arrossamenti e mal di testa). Trattandosi di un disturbo d’ansia il soggetto vivrà con particolare ansia il momento che precede un’esposizione (ansia anticipatoria).

Come accade per la maggior parte dei disturbi fobici le persone, lontane dalla situazione temuta, riconosceranno l’irrazionalità ed eccessività delle loro paure, ma questo servirà solo a colpevolizzarsi maggiormente per le loro condotte evitanti. La terapia di questo tipo di disturbo è incentrata sul migliorare le capacità e la predisposizione ad affrontare le situazioni temute, sul razionalizzare i pensieri circa l’inadeguatezza di vivere determinati momenti di vita circondati dagli altri e di conseguenza annullare l’ansia e la sensazione di perdere il controllo.

No comments.