+39 3923320230 3933018706 3396401645

I traumi infantili e la famiglia come risorsa necessaria

I traumi infantili e la famiglia come risorsa necessaria

I traumi infantili e la famiglia come risorsa necessaria

Famiglia come risorsa necessaria per affrontare i traumi infantili. Le esperienze traumatiche come malattie croniche o gravi, violenze fisiche e psicologiche, abusi e lutti, possono favorire lo sviluppo di disturbi psicologici.

 

La famiglia come risorsa per superare i traumi infantili

I bambini che vivono traumi importanti possono manifestare disturbi da stress post-traumatico, disturbi d’ansia, depressione e difficoltà emotive e comportamentali, e solo con l’aiuto e il sostegno degli adulti possono superare tali esperienze. Superare il trauma richiede la famiglia come risorsa necessaria per il bambino e per la sua possibilità di elaborare gli eventi vissuti.

Non sempre, però, gli adulti sono in grado di aiutare i bambini. In molti ancora pensano che evitare di parlare delle esperienze dolorose, come per esempio dei lutti, favorisca il benessere psicologico dei bambini. Ma tale credenza è errata. I bambini hanno bisogno di esprimere le proprie emozioni e di essere guidati dagli adulti nella comprensione degli eventi accaduti, affinché possano attribuirne il giusto significato. Non affrontare il problema e fare finta che non sia accaduto, può facilitare lo sviluppo di meccanismi difensivi, come la “rimozione”, generando nei bambini un malessere psicologico grave.

Se il bambino non può contattare le proprie emozioni, non riuscirà a dare un significato congruo a quello che ha vissuto e sarà così condannato a rivivere continuamente dentro di sé l’emozione negativa non elaborata. Molti adulti che hanno vissuto un trauma durante l’infanzia e non sono stati sostenuti dagli adulti di riferimento, spesso manifestano diversi disturbi mentali.

È importante, quindi, che la famiglia svolga una funzione di contenimento e di sostegno, attraverso una condivisione della narrazione degli eventi traumatici. Walsh sostiene che una famiglia “resiliente” è caratterizzata da comunicazione aperta, diretta,chiara, coerente e dalla tolleranza delle libere espressioni delle emozioni. Per “resilienza” si indica la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici, di riorganizzare positivamente la propria vita dinanzi alle difficoltà, di ricostruirsi restando sensibili alle opportunità positive che la vita offre, senza alienare la propria identità.

 

Famiglia come risorsa: uno studio

Salzman descrive un intervento di tipo familiare per la riduzione dello stress post-traumatico,dell’ansia, della depressione e delle difficoltà emotive e comportamentali dei bambini. Le famiglie sottoposte al trattamento presentavano problematiche relative a malattie croniche o gravi, violenze, abusi e lutti.

famiglia come risorsa

L’obiettivo principale del programma consisteva nella costruzione di una prospettiva condivisa da parte di tutti i membri familiari, per ridurre le distorsioni soggettive e i malintesi. Salzman espone il lavoro svolto da psicologi e medici con genitori e bambini per ottenere una comunicazione efficace, sperimentando specifiche competenze riguardanti la resilienza. Attraverso questo lavoro è stato possibile correggere le distorsioni e gli errori di attribuzione, conoscere preoccupazioni, problemi, ma anche desideri e punti di forza.

 

Famiglia come risorsa: l’importanza della terapia familiare

La condivisione del dolore e della rabbia per le difficoltà passate e presenti può favorire la tolleranza verso le differenze (“non esiste una sola verità”); esprimere le proprie emozioni e permettere all’altro di comprendere il proprio vissuto, facilita la vicinanza emotiva e il sostegno reciproco.

La terapia familiare può essere uno strumento utile per aiutare i bambini e la famiglia ad affrontare le esperienze traumatiche, come luogo di incontro e di condivisione per elaborare “insieme” emozioni, percezioni e ricordi che se non affrontati potrebbero danneggiare psicologicamente.

 

Per maggiori informazioni sulla terapia familiare:

Federica Seravelli , psicoterapeuta familiare e di coppia

 

Approfondimenti

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/famp.12250/full

 

No comments.