+39 3923320230 3933018706 3396401645

Comunicazione efficace. Le parole giuste nella coppia

Comunicazione efficace. Le parole giuste nella coppia

Comunicazione efficace. Le parole giuste nella coppia

Comunicazione efficace, come fare a capirsi? In un recentissimo nostro articolo abbiamo visto alcuni esempi di comunicazione difficile e inefficace. La vittimizzazione, un atteggiamento passivo, la non assunzione di responsabilità fanno male alla coppia. Cose veicolate da messaggi che implicano svalutazioni e colpevolizzazione del partner.

Vediamo invece cosa rende la comunicazione efficace, contribuendo al benessere della coppia.

 

 Comunicazione efficace: parlare di sè e non dell’altro

Nel precedente articolo abbiamo detto che un modo inefficace di comunicare è usare il messaggio Tu: tu sei, tu fai. In una comunicazione efficace invece, l’ interlocutore parte dalla propria esperienza. Da ciò che sente e prova, da ciò che pensa. L’ altro viene tirato dentro al messaggio al momento di specificare il messaggio . Io mi sento triste quando tu non mi saluti, sono felice quando mi abbracci, ecc. L’ altro entra nella parte del messaggio chiamato indice referenziale. Cioè quella parte del messaggio che indica di che si sta parlando. Ma il soggetto del messaggio è l’ emittente del messaggio: Io. In questo modo ci si assume la responsabilità della comunicazione, di quel che viene espresso. Non è l’ altro a farmi sentire in un certo modo. O ad instillare determinati pensieri o emozioni. Il messaggio Io è un messaggio di differenziazione, in una modalità adulta e non deresponsabilizzante ed immatura.

 

Comunicazione efficace: apertura e franchezza

Essere chiusi e parlare a monosillabi non aiuta di certo la comunicazione e la sintonia nella coppia. Una eccessiva riservatezza può diventare reticenza, difesa, chiusura. Ma se c’è fiducia nel partner, è importante darsi la possibilità di parlare anche di cose che possono essere “delicate”.  Aprirsi alla relazione e nella relazione. Non aspettare che sia sempre l’ altro a prendere l’iniziativa. Nella coppia è importante che ci sia una buona alternanza tra ricettività e propositività. A volte uno, a volte l’ altro, si prende l’ iniziativa a turno. Nel comunicare e nell’ entrare in intimità . In  questo modo il canale della comunicazione è sempre attivo, non è necessario riannodare i fili della comunicazione.

L’ apertura deve essere accompagnata da un atteggiamento di franchezza, di autenticità. Aprirsi è un’ esperienza importante, in cui si condivide qualcosa di sè. Questo vuol dire essere disposti a mostrarsi autenticamente, anche se non sempre quel che si condivide può essere piacevole per l’ altro. La franchezza è segno di libertà interiore, la rinuncia a compiacere l’ altro ed a mascherare emozioni e pensieri. In ogni caso può essere un passo per costruire una relazione più solida, in cui l’ altro ha accesso a una conoscenza più intima del proprio interlocutore.

 

Chiedere scusa: riparazione e perdono.

Scusa: la parolina magica che spesso è difficile pronunciare. Ovviamente non è una bacchetta magica. Non basta dire scusa, o comunque non è il dire scusa a permettere di recuperare incomprensioni e litigi. Le scuse devono corrispondere ad un atteggiamento di consapevolezza, di una comunicazione non improntata alla “retta parola”. Nel dharma buddhista la retta parola è una comunicazione priva dell’ intenzione di ferire, di far male. E’ una comunicazione improntata al bene. Ma quando si litiga, è in genere difficile mantenere un atteggiamento consapevole e attento. Piuttosto, ci si lascia prendere dalle emozioni, dalla rabbia, dalla frustrazione. Recuperare è possibile a fronte di un atteggiamento di consapevolezza delle proprie intenzioni comunicative. E di responsabilità delle modalità comunicative usate. A quel punto: come riparare? In che modo posso porre rimedio ad un danno che ho contribuito a creare? Consapevolezza e riparazione aprono la strada ad un possibile perdono. Significa contribuire a ricostruire un ponte comunicativo. Restare aperti, accogliere : un fondamentale esercizio di mindfulness relazionale per il benessere della coppia.

Approfondimenti

About Dr. Thomas Gordon