+39 06 8901 9109

Cervello anziano, la neurogenesi continua se è stimolato

Cervello anziano, la neurogenesi continua se è stimolato

Cervello anziano, la neurogenesi continua se è stimolato

Cervello anziano. Un recentissimo studio condotto da Maura Boldrini, neuroscienziata della Columbia University, ha evidenziato che il processo di neurogenesi continua anche nel cervello anziano.

Cervello anziano e neurogenesi

La ricerca coordinata da Maura Boldrini è stata condotta su tessuto cerebrale di soggetti dai 14 ai  79 anni, morti improvvisamente. In particolare è stato analizzato il giro dentato,una parte dell’ippocampo situata nella parte più mediale della corteccia cerebrale.  E’ stato così possibile osservare che le cellule progenitrici dei neuroni e i neuroni immaturi sono presenti in modo simile nel cervello di giovani e anziani.

Cervello anziano, ippocampo

Il volume dell’ ippocampo del cervello anziano equivale a quello caratteristico di un cervello giovane. Sono state rilevate invece differenze  nei vasi sanguigni, più rari negli anziani. Ma nella sostanza appare evidente che in assenza di lesioni o patologie neuropsichiatriche, la neurogenesi continua.

 

Cervello anziano: il ruolo dell’ ippocampo

L’ippocampo è una parte del sistema nervoso centrale coinvolta nel funzionamento della memoria e di gestione delle emozioni. Maura Boldrini spiega che proprio per il ruolo svolto dall’ ippocampo, i nuovi neuroni sono particolarmente importanti. Ma affinché il processo di neurogenesi continui, è necessario che le persone che vanno incontro all’invecchiamento si sostengano con uno stile di vita adeguato.  E’ importante che le giornate delle persone anziane non siano all’insegna della solitudine e della passività. Incontri con amici e familiari, passeggiate e conversazioni, attività e passatempi sono fondamentali per continuare a stimolare il funzionamento cognitivo e la salute del cervello.

cervello anziano

Combattere l’invecchiamento, una priorità

In una società in cui gli anziani rappresentano una parte numericamente importante , combattere gli effetti dell’invecchiamento è una priorità. L’ uscita dal sistema produttivo, per le persone anziane, rappresenta un momento critico nel ciclo di vita. Le relazioni sociali occupano un posto rilevante nel preservare il benessere degli anziani, che con il pensionamento  rischiano di finire ai margini della vita sociale.

 

Approfondimenti

http://www.ansa.it/canale_scienza_tecnica/notizie/biotech/2018/04/05/il-cervello-anziano-si-rigenera-come-quello-giovane-_cf1a37ad-8eed-4582-8476-d744974d8d8a.html

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29625071

 

No comments.