+39 3923320230 3933018706 3396401645

Ansia generalizzata, una app per gestirla

Ansia generalizzata, una app per gestirla

Ansia generalizzata, una app per gestirla

Ansia generalizzata e disturbi d’ansia in generale: una applicazione aiuta a gestirli.

Su Android è disponibile una applicazione che funziona come supporto per gestire i momenti in cui l’ansia è elevata. L’applicazione si chiama FearTools Anxiety Aid ed è costruita sul modello della terapia cognitivo-comportamentale. Al momento è disponibile in inglese. Nell’ applicazione sono presenti sei sezioni: informazioni, test, video, diario dei pensieri, esposizione, respiro.

 

 

Ansia generalizzata e disturbi d’ansia

Nella sezione informazioni vengono fornite una descrizione di cosa è l’ ansia, i maggiori disturbi e trattamenti. I disturbi descritti brevemente sono: ansia generalizzata, fobia, ansia sociale, disturbo di panico. Il test della seconda sezione non è un test diagnostico validato scientificamente, ma piuttosto un questionario di autovalutazione. La compilazione aiuta a comprendere e verificare i sintomi dell’ansia L’ app funziona come supporto ad una terapia: è chiaramente indicato che va utilizzata con la supervisione del medico o del terapeuta.  La parte più strettamente legata alla terapia cognitivo-comportamentale è quella che guida alla compilazione del diario dei pensieri e all’esposizione. Nel diario dei pensieri è presente una schematizzazione per la compilazione: situazione, emozioni, pensieri.

 

 

Individuare i pensieri disfunzionali

L’utente viene inoltre sollecitato a riflettere su quali sono i pensieri disfunzionali e le distorsioni cognitive che intervengono. In questo modo l’applicazione guida l’ utente a mettere a fuoco pensieri funzionali con cui autosostenersi nei momenti di difficoltà. La parte più “critica” dell’applicazione è quella relativa all’ esposizione allo stimolo associato ad una fobia. In questa sezione viene chiaramente indicato di non esporsi a situazioni di rischio se non si è in trattamento con un terapeuta. Questo perchè l’ esposizione, per quanto minima e graduale, può comunque far aumentare il livello di ansia. Attraverso l’ applicazione è possibile costruire una scala di ansia in risposta allo stimolo , per realizzare una gradualità nell’esposizione.

 

 

Gestire l’ansia con la mindfulness

C’è poi una parte dell’applicazione che fa chiaramente riferimento all’uso della mindfulness come strumento per ridurre l’ansia. Nella sezione video sono disponibili molti filmati di meditazioni guidate e suoni della natura per abbassare il livello di ansia. Vi è infine l’ ultima sezione, respiro, in cui si visualizza un cerchio che si allarga e restringe. Sintonizzando il proprio respiro sulla frequenza con cui il cerchio si modifica è possibile riuscire a rallentare il respiro.

Di fatto l’ applicazione offre un supporto per chi soffre di disturbi d’ansia e si trova da solo a gestire una situazione di allarme. L’applicazione rappresenta un interessante strumento per contenere l’ansia e superare i momenti di difficoltà.