+39 06 8901 9109

Allenare la memoria sfruttando le APP

Allenare la memoria sfruttando le APP

Allenare la memoria sfruttando le APP

Allenare la memoria si può. Per memoria si intende la capacità di conservare informazioni al fine di recuperarle in seguito.  La memoria definisce e stabilisce l’identità della persona e i ricordi influenzano le scelte e i comportamenti. Infatti, la reazione ad un evento è quasi sempre determinata dalle esperienze precedenti. L’abitudine a sfidare il cervello con attività stimolanti allontana l’insorgere del declino cognitivo. Perché non sfruttare i nostri smartphone e le applicazioni che possono essere di aiuto ad allenare la memoria?

 

Allenare la memoria con i metodi classici

Facciamo fatica a memorizzare anche le informazioni più semplici. Dimentichiamo date, numeri ed appuntamenti.  Si può allenare la memoria in qualunque momento e in qualunque luogo, con una varietà di attrezzi praticamente infinita. Si può utilizzare te stesso e il mondo che ti circonda.

Tra alcuni di questi metodi abbiamo per esempio, scrittura o presa di un oggetto con la mano non dominante, riconoscimento degli oggetti con il tatto o classico gioco con il cubo di Rubik. Scrivere con una mano che non è abituata, stimola le attività sinaptiche del cervello normalmente poco utilizzate, è una sorte di “effetto sorpresa” per il nostro cervello.  Un gruppo di ricercatori del Rush University Medical Center di Chicago conferma che mantenere un alto ritmo di lettura anche in tarda età ridurrebbe il declino della memoria del 32% rispetto alla norma; chi invece smette (o quasi) di leggere e scrivere con gli anni rischierebbe un peggioramento della memoria più rapido del 48% rispetto a chi si tiene allenato.

Allenare la memoria. Le applicazioni più conosciute

Da un punto di vista dell’invecchiamento cerebrale cominciano ad emergere le prime evidenze scientifiche che allenare la mente sia in grado di ritardarlo. Dato che ci siamo impigriti smettendo di allenare la mente, perché non sfruttare il Play Store che è pieno di applicazioni. Ecco la lista di alcune delle applicazioni che sono consigliate per allenamento della mente.

Lumosity è una applicazione per allenare la mente, è stata creata da neuroscienziati che hanno incorporato un approccio di allenamento del cervello. I giochi presenti nell’app ( i vari rompicapi) potrebbero aiutare a migliorare le capacità cognitive e l’attenzione selettiva.

Elevate Brain Training è un’app che offre 16 differenti giochi che possono stimolare la mente. Sembra che Elevate Brain Training consenta la scelta degli esercizi mentali specifici, in modo da poter scegliere se lavorare su attenzione, memoria o velocità.

allenare la memoria

Immagine tratta dalla applicazione “Dominic System”

Apparatus è una delle applicazioni di allenamento mentale consigliata a coloro che non riescono a fare collegamenti semplici nella vita quotidiana. L’app permette, in sostanza, di creare semplici strutture meccaniche per muoversi e giocare.

Allenare la memoria con le APP funziona davvero?

Nel 2014 lo Stanford University Center sulla longevità e il Berlin Max Planck Institute for Human Development hanno pubblicato una dichiarazione firmata da 70 dei più famosi neuroscienziati e psicologi, in cui affermano che non ci sono evidenze scientifiche certe sull’ efficacia delle applicazioni. Il documento mette anche in guardia: “alcune aziende presentano credenziali scientifiche e studi che provano l’efficacia di quanto loro propongono, ma i risultati che portano sono collegati solo da lontano con quanto affermano”.

allenare la memoria

Contrariamente, una ricerca condotta dalla Johns Hopkins University ha però portato a risultati interessanti: uno degli esercizi che la maggior parte degli scienziati usano per condurre studi sulle funzionalità del cervello, fa effettivamente migliorare la memoria e l’attenzione e aumenta l’attività cerebrale.“La gente dice che alcuni training funzionano, altri no. Noi abbiamo dimostrato che dipende dal tipo di allenamento. E uno, in particolare, da i risultati più consistenti” ha dichiarato Kara J. Blacker, un membro del team.

Approfondimenti

https://www.focus.it/temi/declino-della-memoria

https://www.focus.it/comportamento/psicologia/i-topi-di-biblioteca-restano-giovani-piu-a-lungo

 

No comments.